Peggiora il clima di fiducia dei consumatori

Berna, 06.11.2014 - In ottobre 2014 l’indice generale del clima di fiducia dei consumatori, che dal 2013 è al di sopra della media pluriennale, è calato di -11 punti sotto questo valore medio*. In particolare si osserva un calo significativo del sottoindice riguardante l’attività economica e di quello relativo alla sicurezza dei posti di lavoro. A parte una leggera tendenza al ribasso, non è stata notata alcuna differenza significativa per gli altri sottoindici.

Tre dei quattro sottoindici impiegati nel calcolo dell’indice della fiducia dei consumatori sono peggiorati. Le aspettative delle economie domestiche riguardo agli sviluppi economici sono diminuite nettamente in ottobre (-14 punti) rispetto al mese di luglio (+5 punti). Allo stesso modo si sono offuscate le aspettative relative all’andamento della disoccupazione (+51 punti in ottobre, +33 punti in luglio). Nonostante questo sviluppo entrambi gli indici menzionati trasmettono un’immagine più positiva rispetto al periodo di aggravamento della crisi nella zona Euro (2011/2012). L’indice per stimare la probabilità di risparmiare nei prossimi mesi, invece, è sceso, raggiungendo il dato degli anni 2011/2012 (+19 punti in ottobre, +28 punti in luglio). Il giudizio sull’andamento futuro della situazione finanziaria delle economie domestiche è rimasto quasi invariato tra luglio (-2 punti) e ottobre (0 punti).

In ottobre si è registrato un netto peggioramento dei giudizi sulla situazione economica degli ultimi mesi e sulla sicurezza dei posti di lavoro. Tutto questo dopo il costante miglioramento di entrambi gli indici da gennaio 2012. L’indice relativo alla situazione economica ha raggiunto un valore di -9 punti (+7 punti in luglio). I consumatori hanno giudicato la sicurezza dei posti di lavoro con -57 punti in ottobre (-49 punti in luglio). Pur essendo più bassi, questi indici superano comunque il valore degli anni 2011/2012. La possibilità di risparmio si situa leggermente al di sotto del valore di luglio (+46 punti). Inoltre nel mese di ottobre (-1 punto) gli intervistati si sono mostrati meno propensi a effettuare acquisti importanti rispetto al mese di luglio (+8 punti).

I restanti sottoindici, in particolare la valutazione sull’andamento dei prezzi passato e futuro e il giudizio sulla situazione finanziaria delle economie domestiche, non hanno subìto importanti variazioni tra luglio e ottobre.

*Su incarico della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre, circa 1200 persone scelte a caso vengono intervistate in merito alla loro valutazione soggettiva della situazione economica, delle loro condizioni finanziarie, dell’andamento dei prezzi, della sicurezza dei posti di lavoro, ecc. I sondaggi vengono effettuati dall’istituto di ricerca DemoScope.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Domande per iscritto

In caso di domande per iscritto, inviare una e-mail a: medien@seco.admin.ch

Caposettore Comunicazione e portavoce

Antje Baertschi
tel. +41 58 463 52 75
E-mail

Vice caposettore Comunicazione e portavoce

Fabian Maienfisch
tel. +41 58 462 40 20
E-mail

Portavoce

Nadine Mathys
tel. +41 58 481 86 47
E-mail

 

Stampare contatto

Abbonamento alle news

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/seco/nsb-news.msg-id-55106.html