Persone che chiedono l’asilo

Principi 

La presente rubrica tratta delle persone che chiedono asilo e che soggiornano in Svizzera. L’esercizio di un’attività lucrativa deve essere previamente autorizzato o semplicemente essere stato notificato, a seconda dello statuto dell’interessato. Nella sezione sottostante sono disponibili informazioni dettagliate sulle condizioni per le singole categorie di persone.

 

Rifugiati riconosciuti (permesso B) nonché rifugiati e persone ammessi provvisoriamente (permesso F)

Notifica  

I rifugiati riconosciuti (B), i rifugiati ammessi provvisoriamente e gli altri stranieri ammessi provvisoriamente (F) possono svolgere un’attività lucrativa in tutta la Svizzera qualora sia stata notificata (art. 85a LStrI). La notifica deve dunque precedere l’avvio dell’attività che può essere svolta a titolo dipendente o indipendente.

Le condizioni di lavoro e di salario usuali nella località, nella professione e nel settore devono essere rispettate (art. 65 cpv. 5 OASA in relazione all’art. 22 LStrI).

Se l’attività fa parte di un programma occupazionale non è soggetta all’obbligo di notifica.

Per ulteriori informazioni basta consultare le Istruzioni Settore degli stranieri, capitolo 4.8.5, Disciplina dell’attività lucrativa nel settore dell’asilo o rivolgersi all’autorità cantonale della migrazione o preposta al mercato del lavoro.

 
 

Persone titolari un permesso di dimora per motivi umanitari (permesso B)

Possibilità di rilascio di un permesso nel rispetto delle condizioni salariali e lavorative in uso nella regione e nella professione

Le persone al beneficio di un permesso di dimora per motivi umanitari possono essere autorizzate a esercitare un'attività lucrativa se le condizioni salariali e lavorative in uso nella regione e nella professione sono rispettate.

Condizioni per l'esercizio di un'attività lucrativa indipendente

Per poter esercitare un'attività lucrativa indipendente devono essere soddisfatte le condizioni finanziarie e d'esercizio, conformemente all'articolo 19 lettera b della legge federale sugli stranieri (LStr).  


Persone bisognose di protezione (permesso S)

Termine di attesa durante i primi tre mesi, in seguito possibilità di autorizzazione

Durante i primi tre mesi che seguono l'entrata in Svizzera le persone bisognose di protezione non hanno diritto di esercitare un'attività lucrativa sul mercato libero del lavoro. Decorso tale termine esse sono autorizzate a esercitare un'attività lucrativa, indipendentemente dalla situazione economica e del mercato del lavoro. Tuttavia, non sussiste il diritto di ottenere un permesso di lavoro. Le autorità cantonali preposte al mercato del lavoro esaminano, su richiesta, le condizioni salariali e di lavoro.

Programmi d‘occupazione

Non vi è un termine d'attesa per partecipare a un programma d'occupazione.


Richiedenti l'asilo (permesso N)

Termine di attesa durante i primi tre mesi

Durante i primi tre mesi che seguono l'entrata in Svizzera, i richiedenti l'asilo non hanno diritto d'esercitare un'attività lucrativa sul mercato libero del lavoro. Se prima della scadenza del termine è presa una decisione negativa in prima istanza, il Cantone può vietare per altri tre mesi l'esercizio di un'attività lucrativa.

Programmi d‘occupazione

Non vi è un termine d'attesa per partecipare a un programma d'occupazione.

Attività lucrativa temporanea

Il richiedente l'asilo può essere autorizzato a esercitare un'attività lucrativa se la situazione dell'economia e del mercato del lavoro lo consentono e sono rispettate le condizioni di salario e di lavoro nonché di priorità.

Principi in caso di pendenza della domanda d'asilo

Fintanto che l'esito della procedura d'asilo è pendente, l'attività lucrativa e l'integrazione dei richiedenti l'asilo nel mercato del lavoro svizzero non è l'obiettivo principale del loro soggiorno. L'autorizzazione a esercitare un'attività lucrativa non deve ostacolare l'esecuzione dell'allontanamento dalla Svizzera se la domanda è respinta.


Ultima modifica 09.12.2019

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Arbeit/Personenfreizugigkeit_Arbeitsbeziehungen/schwarzarbeit/Arbeit_korrekt_melden/Pflichten_Arbeitgebenden/Auslaenderrecht/Personen_Asylbereich.html