Politica economica esterna

Il Consiglio federale ha dedicato il capitolo d'approfondimento del Rapporto sulla politica economica esterna 2009 al tema della «Sostenibilità della politica economica esterna». Nel capitolo in questione sono presentati e spiegati i nessi concettuali tra lo sviluppo sostenibile e la politica economica esterna e il modo in cui la Svizzera tiene conto degli obiettivi di sostenibilità ecologica e sociale nelle sue attività di politica economica esterna. Questa analisi è partita dalla constatazione che la politica economica ed economica esterna della Svizzera non avviene in una campana di vetro. L'attività economica ha bisogno di risorse e manodopera e comporta impatti sull'ambiente e sulla società. Nell'ottica di un concetto di sostenibilità occorre quindi incrementare l'efficienza e al contempo mantenere o ridurre l'impatto sull'ambiente e il consumo di risorse a un livello sostenibile sul lungo periodo nonché garantire la coesione sociale.

In questo rapporto la SECO attua opzioni di azione e priorità preliminarmente determinate, contribuendo così alla coerenza tra il regolamento internazionale del commercio e quello del lavoro.


Standard sociali negli accordi di libero scambio

Da giugno 2010 la Svizzera e l'AELS propongono sistematicamente a tutti i rispettivi partner negoziali degli accordi di libero scambio una serie di disposizioni volte a garantire la coerenza tra l'accordo e le obbligazioni esistenti per le parti contraenti in virtù delle convenzioni dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro e degli accordi ambientali multilaterali. Il DAIN ha partecipato alle attività nell'ambito dell'AELS per l'elaborazione delle rispettive disposizioni modello e ha sostenuto i servizi competenti della SECO nelle trattative e nell'implementazione di queste disposizioni contenute nelle convenzioni.

Per valutare meglio gli effetti reali delle clausole in materia di considerazione degli standard di lavoro negli accordi di libero scambio, la SECO sostiene le attività di ricerca dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro in merito. Lo scopo di queste attività è in particolare di consentire la valutazione dell'impatto di queste clausole sull'operato dell'OIL.

Sito Internet Accordi di libero scambio della SECO
Progetto dell'OIL sulle standard di lavoro negli accordi di libero scambio


Dialoghi bilaterali sulle questioni legate al lavoro e all'impiego

Per completare i rapporti economici sempre più intensi con determinati Paesi partner selezionati con una collaborazione rafforzata in materia di lavoro e occupazione, dal 2011 il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) si adopera a istituzionalizzare i rispettivi dialoghi con questi Paesi. A tutt’oggi il DEFR ha stipulato dei memorandum d’intesa (Memoranda of Understanding, MoU) con il Ministero cinese delle Risorse Umane e della Sicurezza Sociale (MoHRSS), l’Amministrazione statale cinese per la sicurezza sul lavoro (SAWS), il Ministero vietnamita del Lavoro, degli Invalidi di Guerra e degli Affari Sociali (MOLISA) e con il Ministero della Pianificazione e dello Sviluppo nazionale della Birmania. I dialoghi nell’ambito di questi memorandum d’intesa si basano sulla collaborazione attuale in materia di aiuto allo sviluppo economico della SECO e la completano con contatti bilaterali diretti tra gli esperti di entrambe le parti su temi di interesse comune.


Ultima modifica 19.08.2016

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Arbeit/Internationale_Arbeitsfragen/Aussenwirtschaftspolitik.html