Osservatorio sulla libera circolazione delle persone tra Svizzera e UE

Europapolitik_Fahnen_C_DEA_web

Il 1° giugno 2002 sono entrati in vigore l’Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALS) tra la Svizzera e gli Stati membri dell’Unione europea (UE) e l’Accordo di emendamento della convenzione istitutiva dell’Associazione europea di libero scambio (AELS). Nello stesso anno è stato istituito l’Osservatorio sulla libera circolazione delle persone tra la Svizzera e l’UE, che ha il compito di valutare le ripercussioni della libera circolazione delle persone sul mercato del lavoro a livello nazionale e nelle grandi regioni del nostro Paese.

L’Osservatorio:

  • funge da piattaforma dell’Amministrazione federale per lo scambio di informazioni;
  • sintetizza periodicamente i lavori scientifici e le analisi dei vari uffici interessati allo scopo di individuare i problemi che potrebbero derivare dalla libera circolazione delle persone;
  • avvia e segue, se necessario, studi scientifici a medio e a lungo termine;
  • identifica, all’occorrenza, le conseguenze globali a livello politico, economico e sociale della libera circolazione delle persone e formula proposte per farvi fronte;
  • redige un rapporto periodico sull’evoluzione dei flussi migratori tra la Svizzera e gli altri Paesi e sulle ripercussioni della libera circolazione sul mercato del lavoro. Dal 2010 il rapporto analizza anche gli effetti sulle assicurazioni sociali.

L’Osservatorio sulla libera circolazione delle persone è promosso da un gruppo di lavoro interdipartimentale composto da rappresentanti della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), dell’Ufficio federale di statistica (UST), della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) e dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS). L’Osservatorio è diretto dalla SECO.

Rapporti

Link

Uffici partner dell’Osservatorio sulla libera circolazione delle persone 

Maggiori informazioni sulla libera circolazione delle persone

Il portale Libera circolazione delle persone ALC fornisce una panoramica completa delle questioni relative alla libera circolazione. Vi si possono trovare anche informazioni sull’attuazione dell’iniziativa «Contro l’immigrazione di massa».

Temi correlati  

Ultima modifica 24.10.2017

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato dell’economia SECO
Direzione del lavoro
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna

tel. +41 58 462 29 09

Formulario di contatto

Stampare contatto

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Arbeit/Personenfreizugigkeit_Arbeitsbeziehungen/Observatorium_Freizuegigkeitsabkommen.html