Estensione e semplificazione del lavoro ridotto

Versando l’indennità per lavoro ridotto (ILR), l’assicurazione contro la disoccupazione (AD) copre per un certo periodo di tempo una parte dei costi salariali relativi ai lavoratori interessati dal lavoro ridotto. L’indennità per lavoro ridotto è stata creata per prevenire i licenziamenti nel caso di perdite di lavoro temporanee e inevitabili.

  • Il 20 gennaio 2021 il Consiglio federale ha attuato le modifiche alla legge COVID-19 introdotte lo scorso dicembre e ampliato il catalogo delle misure già esistenti nell’ambito del lavoro ridotto: il periodo di attesa è stato soppresso retroattivamente dal 1° settembre 2020 al 31 marzo 2021. È stata abolita retroattivamente, dal 1° marzo 2020 al 31 marzo 2021, anche la durata massima di riscossione dell’indennità per lavoro ridotto (ILR) di quattro periodi di conteggio in caso di perdita di lavoro superiore all’85 per cento. Inoltro, il diritto all’ILR viene esteso alle persone impiegate a tempo determinato e agli apprendisti. L’estensione del diritto è applicabile dal 1° gennaio fino al 30 giugno 2021.

  •  Il 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha nuovamente prorogato, fino al 31 marzo 2021, la procedura sommaria concernente l’indennità per lavoro ridotto (ILR). Le corrispondenti modifiche dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione entreranno in vigore il 1° gennaio 2021.
  • Il 18 dicembre il Parlamento ha approvato un articolo aggiuntivo nella legge COVID-19. Quest’ultimo stabilisce che in caso di lavoro ridotto le persone con un reddito sino a 3470 franchi avranno diritto a un'indennità del 100 per cento della perdita di guadagno. Per i redditi tra 3470 e 4340 franchi, l’ILR ammonterà a 3470 franchi in caso di perdita di guadagno totale mentre le perdite di guadagno parziali saranno indennizzate proporzionalmente. L’attribuzione dei lavoratori a tempo parziale a una delle categorie di salario avviene in base al loro salario calcolato proporzionalmente alla percentuale lavorativa. A partire da 4340 franchi si applicherà il tasso d’indennità consueto dell’80 per cento. Questa disposizione è direttamente applicabile ed è valida con effetto retroattivo dal 1° dicembre 2020 fino al 31 marzo 2021. La SECO emanerà delle direttive al riguardo.
  • Il 28 ottobre 2020 il Consiglio federale ha modificato l'ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione. In base al nuovo testo i lavoratori su chiamata hanno diritto, a certe condizioni, all’indennità per lavoro ridotto. Le modifiche entrano retroattivamente in vigore il 1° settembre 2020. La regolamentazione prevede il diritto all’indennità per lavoro ridotto per i collaboratori su chiamata impiegati da almeno 6 mesi con un rapporto di lavoro a tempo indeterminato oppure un rapporto di lavoro a tempo determinato con una possibilità di disdetta sancita per contratto. Le modifiche entrano retroattivamente in vigore il 1° settembre 2020. In tal modo si garantisce a questa categoria di lavoratori un diritto ininterrotto all’ILR da marzo 2020. Il diritto è limitato al 30 giugno 2021. 

  • A partire dal 1° settembre 2020 si applicherà nuovamente la durata massima di 3 mesi per l’autorizzazione del lavoro ridotto. 
  • A partire dal 1° settembre 2020 la durata massima di percezione dell'indennità per lavoro ridotto passa da 12 a 18 mesi.
20.01.2021

Coronavirus: ampliamento delle misure nel settore del lavoro ridotto per contenere le ricadute economiche

Il 20 gennaio 2021 il Consiglio federale ha attuato le modifiche alla legge COVID-19 introdotte lo scorso dicembre e ampliato il catalogo delle misure già esistenti nell’ambito del lavoro ridotto: il periodo di attesa è stato soppresso retroattivamente dal 1° settembre 2020 al 31 marzo 2021. È stata abolita retroattivamente, dal 1° marzo 2020 al 31 marzo 2021, anche la durata massima di riscossione dell’indennità per lavoro ridotto (ILR) di quattro periodi di conteggio in caso di perdita di lavoro superiore all’85 per cento. Inoltro, il diritto all’ILR viene esteso alle persone impiegate a tempo determinato e agli apprendisti. L’estensione del diritto è applicabile fino al 30 giugno 2021.

18.12.2020

Coronavirus: proroga e ripristino delle misure in materia di indennità per lavoro ridotto

Il 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha nuovamente prorogato, fino al 31 marzo 2021, la procedura sommaria concernente l’indennità per lavoro ridotto (ILR). Le corrispondenti modifiche dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione entreranno in vigore il 1° gennaio 2021. Attualmente sono inoltre in consultazione altri adeguamenti dell’ordinanza, introdotti in relazione alla modifica della legge COVID-19 approvata di recente dal Parlamento. Questi prevedono l’abolizione del periodo di attesa, la non computazione dei periodi di conteggio con una perdita di lavoro superiore all’85 per cento dell’orario normale di lavoro dell’azienda nonché l’estensione del diritto all’ILR alle persone con un rapporto di lavoro di durata determinata e agli apprendisti. Il Consiglio federale si pronuncerà formalmente sull’attuazione di queste misure il 20 gennaio 2021. La loro entrata in vigore non verrà tuttavia differita.

28.10.2020

Coronavirus: indennità per lavoro ridotto per i collaboratori su chiamata

Il 28 ottobre 2020 il Consiglio federale ha modificato l'ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione. In base al nuovo testo i lavoratori su chiamata impiegati a tempo indeterminato hanno diritto all’indennità per lavoro ridotto. La modifica entra retroattivamente in vigore il 1° settembre 2020.

26.08.2020

Coronavirus: prolungamento delle semplificazioni nell’ambito dell’AD

Il 26 agosto 2020 il Consiglio federale ha deciso che le ore in esubero accumulate al di fuori dei periodi di lavoro ridotto continueranno temporaneamente a non dover essere dedotte dalla perdita di lavoro. Inoltre, il reddito conseguito con un’occupazione provvisoria continuerà a non essere computato nel calcolo della perdita di guadagno per l’indennità per lavoro ridotto. Queste disposizioni sono valide fino a fine anno.

12.08.2020

Coronavirus: Assicurazione contro la disoccupazione: modifica dell’ordinanza COVID-19 AD

Il 12 agosto 2020 il Consiglio federale ha deciso di modificare e prolungare la validità dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione (AD). L’ordinanza conterrà solo cinque articoli principali che disciplinano il prolungamento dei termini quadro per gli assicurati e, per quando riguarda il lavoro ridotto, l’esclusione dei periodi di conteggio con una perdita di lavoro superiore all’85 per cento compresi fra il 1° marzo e il 31 agosto 2020, l’estensione del diritto all’indennità ai formatori responsabili degli apprendisti e, infine, la cosiddetta procedura sommaria. Le modifiche entreranno in vigore il 1° settembre 2020.

01.07.2020

Coronavirus: Indennità per lavoro ridotto: la durata di percezione è prolungata a 18 mesi

Il 1° luglio 2020 il Consiglio federale ha prolungato da 12 a 18 mesi la durata massima per beneficiare dell’indennità per lavoro ridotto (ILR). Inoltre il periodo di attesa è di un giorno. Questa modifica della relativa ordinanza scatterà il 1° settembre 2020 e rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2021.

Ultima modifica 26.01.2021

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Arbeit/neues_coronavirus/kurzarbeit.html