UE/AELS

Relazioni Svizzera – UE nel commercio di servizi

Le relazioni tra la Svizzera e l’Unione europea (UE) nel commercio di servizi sono molto strette. Per l’UE la Svizzera rappresenta il secondo partner commerciale in questo ambito, dopo gli USA e prima della Cina. Per la Svizzera invece l’UE è il partner commerciale più importante in questo ambito.

Attualmente le relazioni commerciali tra la Svizzera e l’UE in materia di servizi sono disciplinate da trattati internazionali, come l’AGCS, l’Accordo concernente l’assicurazione diretta e gli Accordi bilaterali I (libera circolazione delle persone, trasporto aereo e trasporti terrestri).

Convenzione istitutiva dell’Associazione europea di libero scambio (AELS)

Nel settore dei servizi la Svizzera intrattiene un rapporto preferenziale con i tre partner AELS, ovvero l’Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia. Questo rapporto è sancito dalla Convenzione AELS, la cui versione consolidata secondo l’Accordo di Vaduz del 21 giugno 2001 è entrata in vigore il 1° giugno 2002.

L’articolo 29 della Convenzione prevede il divieto di porre restrizioni al diritto di fornire servizi da parte di un prestatore di un Paese AELS nel territorio di un altro Paese AELS. Gli allegati da L a O della Convenzione contengono alcune esenzioni rispetto a questo principio. L’articolo 20 e il suo allegato K disciplinano più specificamente la prestazione di servizi da parte di una persona fisica.

Ultima modifica 01.07.2020

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato dell’economia SECO
Servizi
Holzikofenweg 36
CH-3003 Bern

Tel. +41 58 464 08 67
E-Mail

 

 

Stampare contatto

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/handel_mit_dienstleistungen/eu_efta.html