Provvedimenti nei confronti della Guinea-Bissau

Il 1° giugno 2012, il Consiglio federale ha deciso l’imposizione di sanzioni nei confronti della Guinea-Bissau e ha emanato un’apposita ordinanza. In tal modo il Consiglio federale applica la Risoluzione 2048 (2012) del Consiglio di sicurezza dell’ONU nonché i provvedimenti complementari dell’Unione Europea del 31 maggio 2012.

Le misure sono state prese a causa della violazione dell'ordine costituzionale e dei diritti démocratichi in seguito al golpe militare del 12 aprile 2012 in Guinea-Bissau.

 

L’Ordinanza del 1° giugno 2012 che istituisce provvedimenti nei confronti della Guinea-Bissau (RS 946.231.138.3) contiene tutte le sanzioni svizzere ed è giuridicamente vincolante.

 

Le misure includono tra l’altro:

Sanzioni finanziarie

  • Blocco degli averi e delle risorse economiche e divieto di mettere a disposizione averi
  • Dichiarazione obbligatoria per i valori patrimoniali bloccati

Ulteriori restrizioni

  • Sanzioni di viaggio
 

Ultima modifica 19.06.2020

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/exportkontrollen-und-sanktionen/sanktionen-embargos/sanktionsmassnahmen/massnahmen-gegenueber-guinea-bissau.html