Provvedimenti nei confronti della Guinea-Bissau

Il 1° giugno 2012 il Consiglio federale ha deciso l’imposizione di sanzioni nei confronti del governo golpista della Guinea-Bissau e ha emanato un’apposita ordinanza. In tal modo il Consiglio federale applica la Risoluzione 2048 (2012) del Consiglio di sicurezza dell’ONU. La Svizzera, inoltre, alla stregua dell’Unione europea, ha decretato anche sanzioni finanziarie contro il regime militare della Guinea-Bissau.

Sanzioni finanziarie

  • Blocco degli averi e delle risorse economiche di determinate persone fisiche,
    imprese e organizzazioni (art. 1 cpv.1 nonché allegati 1 e 2)
  • Divieto di trasferire e di mettere a disposizione averi e risorse economiche (art. 1 cpv. 2 nonché allegati 1 e 2)
  • Obbligo di notifica per i valori patrimoniali bloccati (art. 5)

Divieto di entrata e di transito 

  • Divieto di entrata e di transito per determinate persone (art. 3 cpv 1 nonché allegati 1 e 2)

Ordinanza

Ultima modifica 20.03.2019

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/exportkontrollen-und-sanktionen/sanktionen-embargos/sanktionsmassnahmen/massnahmen-gegenueber-guinea-bissau.html