Materie prime

Il settore delle materie prime, consolidatosi nel corso del tempo, riveste per la Svizzera un'enorme importanza economica. Questo fatto rappresenta per il nostro Paese tutta una serie di sfide: da un lato, infatti, la Svizzera si trova a far fronte a una dura concorrenza internazionale. Dall'altro, soprattutto l'estrazione della materie prime solleva numerose sfide, concernenti ad esempio il rispetto dei diritti umani, gli standard ambientali e sociali e la trasparenza dei flussi finanziari. La Svizzera è fortemente intenzionata a mantenere le sue condizioni quadro favorevoli, riducendo però i rischi cui è esposta.

rohstoffberichtL

La Svizzera è per tradizione un noto centro internazionale per il commercio delle materie prime. Negli ultimi anni l'importanza del settore delle materie prime nel nostro Paese è aumentata notevolmente. Lo dimostra il fatto che vi risiedono alcune delle più grandi società multinazionali, ma anche numerose piccole società che operano quasi esclusivamente a livello internazionale.

Secondo le stime, il settore svizzero delle materie prime - che oltre al commercio comprende anche attività di logistica, finanziamento, ispezione e controllo delle merci - conta pressappoco 500 imprese e dà impiego a circa 10 000 collaboratori. Tra il 2014 e il 2015 le entrate derivanti dal commercio di transito sono leggermente diminuite e nel 2015, secondo il rilevamento della Banca nazionale svizzera, ammontavano a 24,84 miliardi di franchi (2014: 26,55 mia.). Negli ultimi tre anni le entrate derivanti dal commercio di transito sono leggermente diminuite rispetto ai massimi livelli raggiunti tra il 2010 e il 2012, ma rappresentano comunque circa il 3,8 % del PIL svizzero.

Il commercio delle materie prime, che avviene sul mercato globale, è di grande rilievo non soltanto per la Svizzera, ma anche per il resto del mondo. Esso svolge un'importante funzione di allocazione e provvede a trasferire le materie prime dai Paesi che ne possiedono in eccesso a quelli che ne hanno soltanto poche o non del tutto. Un commercio strutturato, ben funzionante e responsabile contribuisce pertanto a favorire la crescita sostenibile dell'economia mondiale. La Svizzera e il suo settore delle materie prime forniscono un importante contributo a questo obiettivo.

Alla luce del crescente interesse pubblico per questo settore e della sua importanza per la politica interna ed estera, il Dipartimento degli affari esteri (DFAE), il Dipartimento delle finanze (DFF) e il Dipartimento dell'economia, della formazione e dalla ricerca (DEFR) hanno istituito nella primavera del 2012 una piattaforma sulle materie prime. Il suo obiettivo è quello di migliorare il flusso d'informazioni in seno all'Amministrazione federale e di elaborare un rapporto di base sul tema delle materie prime in Svizzera.

Ultima modifica 04.05.2017

Inizio pagina

https://www.seco.admin.ch/content/seco/it/home/Aussenwirtschaftspolitik_Wirtschaftliche_Zusammenarbeit/Wirtschaftsbeziehungen/Rohstoffe.html